Evitare la chiusura della Fabbrica dei Marroni: L’impegno di Forza Italia

29 Dicembre 2021 Avremmo preferito non pubblicare questa notizia che per la verità era nel novero degli accadimenti possibili fin dallo scorso anno inizio agosto quando l’Italcanditi di Bergamo acquisiva l’Ortofrutticola del Mugello, fin dal 1984 “Frutto della lungimiranza di Amministratori capaci”. Oggi diamo conto dell’impegno di Forza Italia che si è messa a disposizione, come sempre ha fatto, per salvare l’occupazione e lo Stabilimento e rilanciare prospettive di sviluppo per un territorio già fortemente penalizzato e marginalizzato.

Siamo stati avvisati dal Sindaco di Marradi della volontà della proprietà di chiudere/trasferire “la fabbrica dei Marroni” esattamente lo stabilimento dell’ortofrutticola del Mugello che ha visto un cambio di proprietà un anno fa circa a Bergamo. Non essendo inclini a facili entusiasmi e purtroppo avendo conosciuto altre situazioni simili, abbiamo temuto subito ahimè, fin dalla notizia del cambio di proprietà, questa evenienza, perché è nella logica delle grandi aziende nonostante le rassicurazioni che possono esser state date, in questi casi si trova sempre qualche cavillo per chiudere lo stabilimento più piccolo e concentrare la produzione in una mera logica di profitto.

Questo non ci esime dal mettere a disposizione del nostro paese tutte le forze e le risorse che possano aiutare nello scongiurare il peggio per quanto in nostra facoltà e possibilità. Abbiamo già attivato tutti i livelli del nostro partito governativi, (ministri Mara Carfagna, Renato Brunetta e Vice Ministro al MISE Pichetto Frattin) parlamentari, (senatori Massimo Mallegni e  Barbara Masini) regionali (Marco Stella), metropolitani Paolo Giovanninie Paolo Gandola), e mugellani (Mauro e Rodolfo Ridolfi) chiedendo aiuto nell’interlocuire con una proprietà che ad oggi sembra non si sia mai degnata di avere contatti con il territorio dal quale vuole portare via un grande insostituibile pezzo di economia e di know how. Quella fabbrica è il frutto della lungimiranza degli amministratori della Comunità Montana e del Comune di Marradi che la realizzarono nel 1984 insieme ad  imprenditori locali e non permetteremo sia chiusa o delocalizzata, impoverendo il nostro territorio mettendo in difficoltà tante famiglie, anche se trattasi in larga parte di un lavoro stagionale per tantissime donne, e già questo è un dato di grande rilevanza a, e l’indotto dei castanicoltori, senza far sentire tutta la nostra risolutezza nel volere che la “ fabbrica dei marroni” rimanga a Marradi

Raffaella Ridolfi

Capogruppo in Consiglio Comunale

_.

.

Powered by WordPress | Palm Pre Reviews at Palm Pre Blog. | Thanks to Juicers, Free MMO and Fat burning furnace