Energia “green”. Tutta verde, e certificata . I successi della politica per l’ambiente del Comune di Marradi

L'assessore all'ambiente Silva Gurioli

venerdì 16 dicembre
Energia “green”. Tutta verde, e certificata. Per edifici comunali e l’illuminazione pubblica a Marradi. La decisione un anno fa, nell’aprile 2010, con la delibera del Consiglio comunale. E ora l’Amministrazione comunale riceve la prestigiosa certificazione Recs (Renewable Energy certificate System), che attesta l’origine al 100% di energia elettrica da fonti rinnovabili.

Soddisfatto il sindaco Paolo Bassetti: “E’ un’azione concreta di sostenibilità ambientale, per quale adesso riceviamo una certificazione prestigiosa che garantisce la provenienza al 100% da fonti rinnovabili dell’energia che consumiamo a Marradi, nel 2011 306.826 Kw, e così abbiamo evitato immettere in atmosfera 148,20 t di CO2”

Il Comune di Marradi è socio del Consorzio per l’energia CEV, col quale acquista la propria fornitura al 100% rinnovabile ed al ribasso della gara CONSIP, e d’ora in poi potrà fregiarsi, anche sulla carta intestata, del marchio “verde”. E come socio del Cev (ne fanno parte 1000 enti, 900 sono Comuni) si assicura importanti risparmi “contribuendo ad abbattere i costi d’acquisto dell’energia e – continua il sindaco Bassetti – rispettando i principi di un sviluppo sostenibile che riguarda l’ottimizzazione delle risorse economiche oltre che delle risorse energetiche”.

A Marradi la produzione di energia da fonti rinnovabili è in piena espansione, ammette l’assessore all’Ambiente Silva Gurioli: “E’ un territorio particolarmente vocato sia per l’idrico che per l’ eolico ed anche per la biomassa, e l’Amministrazione comunale ha lavorato alacremente per raggiungere questi risultati per partecipare a pieno titolo al piano di riduzione dell’inquinamento atmosferico varato dalla Ue”.

Il piccolo paese dell’Alto Mugello, tra la Toscana e la Romagna, è “verde” e non solo da un punto di vista ambientale-paesaggistico, perché rispetta i parametri imposti dal Protocollo di Kyoto e sul territorio comunale si contano impianti di produzione per energie rinnovabili con una potenza di 391 Kw capaci di produrre oltre 140.000 kWh per un risparmio totale di CO2 pari a 513 t

Nel settore fotovoltaico sono stati realizzati alcuni impianti da privati per una potenza totale pari a 76,45 Kw ed uno dall’Amministrazione comunale sul tetto dell’Istituto Comprensivo Dino Campana per una potenza di 17,55 Kw., con un risparmio complessivo di CO2 pari a 64 t (11 dall’intervento pubblico e 53 dagli interventi privati), mentre in quello eolico, un impianto privato di potenza 7,5 Kw con un risparmio di CO2 pari a 87 t. E se il pieno funzionamento della Centrale idroelettrica (la seconda in Italia interamente finanziata con capitali locali) con la messa in sicurezza del Molinone, genera fino a 160 Kw per il fabbisogno di 150 famiglie, con un risparmio di 200 t di CO2, l’altra in località Valbura raggiunge una potenza di 129,50 Kw, con 162 t di CO2 in meno nell’aria.

_.

.

Powered by WordPress | Palm Pre Reviews at Palm Pre Blog. | Thanks to Juicers, Free MMO and Fat burning furnace