Forza Italia e la minoranza in consiglio comunale denunciano: Triberti ed il Pd le sparano grosse ma in dieci mesi solo annunci bugie ritardi e fallimenti.

20140301_154832Abbiamo ricevuto  due comunicati  che volentieri pubblichiamo integralmente  ricevuti da Mauro Ridolfi Presidente di Forza Italia Marradi in merito alla situazione del Decoro urbano nel centro storico di Marradi ed uno del capogruppo della minoranza in Consiglio Comunale Paolo Bassetti che ribatte punto su punto ad affermazioni non veritiere del sindaco Triberti dal titolo  Chi si loda s’imbroda:

 

Domenica 2 marzo

 

Decoro urbano nel centro storico di Marradi

20140301_154911Che fine ha fatto “Vivi Marradi” forse la stessa fine del “Treno di Dante” sotto le parole niente. La situazione del parcheggio della via Talenti davanti all’edicola di Marisa  è’ veramente sconcertante a distanza di 10 mesi dall’insediamento della nuova Amministrazione e dopo tante belle parole spese sull’abbellimento del centro storico e dopo vari tentativi per delimitare la zona di parcheggio, tuttora persiste una delimitazione degna dei più grandi enigmisti, alle volte trovi auto parcheggiate a lisca di pesce mescolate ad auto parcheggiate di traverso, cioe per l’altro verso di parcheggio, (cambiamo verso ai parcheggi!) Questa situazione, mette in difficolta chiunque abbia intenzione di parcheggiare, creando disagi e proteste fra i cittadini. E pensare che quelli del Comune avevano speso parole dove asserivano che avrebbero provveduto a rimettere tutto in ordine, sono passati dieci mesi e manca ancora la segnaletica orizzontale idonea ad indicare in quale senso parcheggiare la propria auto. Le foto che allego parlano chiaro il resto sono solo balle spaziali cui ci stiamo purtroppo abituando.

Mauro Ridolfi Presidente Forza Italia

20140301_154840

 

 Chi si loda s’imbroda:

Martedì 25 Febbraio, intorno alle ore 17.30, i “tanti” frequentatori di Facebook, nonché amici del profilo “Partito Democratico Marradi”, hanno potuto leggere uno splendido resoconto di un incontro svolto con il comitato elettorale “X Marradi siamo pronti” e ovviamente con il Sindaco Triberti. Per chi si fosse perso questo comunicato, ne riportiamo in fondo una copia. Ci sia concesso di esaminare punto per punto l’elenco per farne una breve analisi. Non vogliamo rovinare questi attimi di gloria ma è bene che si sappiano alcune cose. – Lavori per il ponte di Biforco. Chiarito che in data 15 Maggio 2013, con atto dirigenziale, veniva approvato il progetto e stanziati i contributi necessari allo svolgimento del lavoro sotto l’amministrazione Bassetti, qualcuno vocifera che il futuro sindaco Triberti abbia chiesto alla Provincia di rimandare i lavori ad elezioni fatte per impedire che l’amministrazione uscente se ne assumesse i meriti (cosa naturale, visto che il tutto è partito da quella giunta) e fosse in qualche modo favorita nelle elezioni ormai prossime. Un bel segnale da chi nel programma elettorale scriveva di voler “completare la realizzazione della frazione di Biforco più a misura di famiglia sia con il mantenimento delle infrastrutture esistenti sia con la valorizzazione di nuove.” Probabilmente con “mantenimento delle infrastrutture esistenti” si riferivano proprio a lasciare tutto come prima. Ad ogni modo, gli ulteriori ritardi che da Marzo 2013 hanno portato ormai a Marzo 2014 sono certo colpa della nuova amministrazione poiché tutto era pronto già un anno fa. Forse la nuova amministrazione si è focalizzata di più sul centro storico e il senso unico, azioni molto più importanti. – Accordo con la regione per pronto soccorso e polo sanitario. Continuando a dare colpe all’amministrazione Bassetti, in dieci mesi di governo non hanno ancora realizzato o progettato qualcosa di concreto. Per il momento segnaliamo solo un calo dei servizi di specialistica e l’assenza del cardiologo itinerante. Polo sanitario!? Pre-fabbricato!? Di costa stiamo parlando? La soluzione di voler collocare il pre-fabbricato presso i locali della stazione dove vi era l’ecomobile, parla da sola. Se poi vogliamo aggiungere che nel loro programma sottolineavano fra i propri obiettivi la “progettazione e la realizzazione di nuovi spazi per il 118 e per il distretto sanitario, con il coinvolgimento attivo dei volontari che operano nel settore”, ci viene da pensare che forse, l’unico coinvolgimento c’è stato con chi è stipendiato e tuttora fa l’assessore. Per il resto, i volontari non sembrano così contenti. – Senso unico e rivalutazione del centro storico. Sul senso unico ne abbiamo già parlato da tempo. I commercianti hanno raccolto le firme da portare al sindaco in segno di disapprovazione e per il momento attendiamo l’evolversi della situazione. Per la rivalutazione del centro storico, i nostri amministratori forse speravano che con qualche striscia in più (fatta con vari tentativi per poi optare, per quanto riguarda la parte alta di via Talenti, alla soluzione proposta dalla minoranza) e con qualche posto auto in più, tutto migliorasse. Risultato? Una sabbiatura che avrebbe denunciato un privato con rischio di intossicamento per chi fosse passato in piazza in quel momento. Per fortuna rimedieranno con le colonnine elettriche per ospitare il loro amico Matteo (Renzi per intenderci) unico ad avere un auto elettrica nei paraggi. Per ora rimaniamo in attesa almeno di capire come si debba parcheggiare in piazza Scalelle. – Ufficio Tributario nelle sedi comunali. Non ci sembra un motivo di orgoglio o di vanto. Una cosa forse dovuta ma che i cittadini non frequenteranno molto volentieri vista la quantità di tasse che già li ricoprono. – Gestioni associate Marradi – Palazzuolo sul Senio. Da veri renziani – rottamatori, i due sindaci hanno accorpato i servizi più importanti dei due Comuni risparmiando qualche migliaia di euro dimezzando i responsabili dei servizi e aumentandogli il carico di responsabilità e lavoro. Sarebbe sicuramente stata più utile l’unione dei due Comuni che avrebbe portato ad agevolazioni economiche e a contributi pubblici maggiori. Restiamo in attesa che finisca la riorganizzazione degli uffici che pare stia richiedendo più tempo del previsto. – Curva di rugginara. Sogni. Nel bilancio triennale dei lavoro della Provincia di Firenze non si evince ad oggi alcuna intenzione a riguardo. Se poi aggiungiamo le circa 90 frane avvenute nel territorio della Provincia, grassa che sistemino in via definitiva la frana a rugginara. Comunque speriamo che sia la volta buona e non una delle solite promesse fatte da anni da Provincia e Regione. Concludiamo con un piccolo riferimento al Teatro degli Animosi, la cui messa in sicurezza era già stata coperta finanziariamente dall’amministrazione Bassetti. La giunta Triberti ha affidato i lavori ad una ditta che ha ribassato il prezzo dell’opera del 30% , un ribasso che ci lascia molto perplessi per la migliore realizzazione del progetto. Insomma, se siamo solo all’inizio si prevedono altri quattro anni ricchi di “successi”. Speriamo di essere smentiti in un futuro più prossimo possibile ma se questi sono i veri rottamatori, non immaginiamo quello che potrà succedere a Roma. Fatto sta che dopo poche ore dalla pubblicazione di questo comunicato , lo stesso è stato fatto sparire. Forse qualcuno ci ha ripensato volendo evitare commenti sgraditi.

Gruppo Marradi Bassetti Sindaco

_.

.

Powered by WordPress | Palm Pre Reviews at Palm Pre Blog. | Thanks to Juicers, Free MMO and Fat burning furnace