Stefano Mugnai, Paolo Giovannini e Raffaella Ridolfi (Forza Italia): “Il Presidente Mattarella nomini immediatamente Silvio Berlusconi senatore a vita” Gli azzurri della Provincia di Firenze si mobilitino per far conoscere la verità.

Annotazione 2020-06-30 164003  martedì 30 giugno riceviamo da Forza Italia della Provincia di Firenze e molto volentieri pubblichiamo

 

 Stefano Mugnai, Paolo Giovannini e Raffaella Ridolfi (Forza Italia): “Il Presidente Mattarella nomini immediatamente Silvio Berlusconi senatore a vita” Gli azzurri della Provincia di Firenze si mobilitino per far conoscere la verità.

Quello che molti sapevano, sulla infinita persecuzione giudiziaria e mediatica di Silvio Berlusconi e della sentenza taroccata che gli è costata l’ingiusta condanna, l’estromissione dal Senato e l’impossibilità a ricandidarsi è stato certificato dalle prove inconfutabili emerse in questi giorni.  Torna quindi in prima pagina la necessità di smascherare i protagonisti del Golpe Giudiziario che ha cambiato la storia della Repubblica penalizzando non solo Il Presidente ma anche il suo Movimento Politico. Per fare chiarezza sui mandanti e le parti politiche che hanno organizzato e gestito questo autentico colpo di Stato occorrono iniziative nelle sedi istituzionali, a tutti i livelli, che ripristino la verità. Il Presidente della Repubblica ha tuttavia il dovere di nominare immediatamente   Silvio Berlusconi senatore a vita, come piccolo atto di risarcimento, democratico, nei confronti del grande statista che è stato oggetto del plotone di esecuzione della politica per via giudiziaria.

 

On Stefano Mugnai                    Paolo Giovannini               Raffaella Ridolfi

Coordinatore Regionale            Coordinatore Provinciale     V.Coordinatore

 

 

Marradi piange Giovanna Lippi vedova Ciottoli.

Giovanna Ciottolivenerdì 28 maggio

 

Nata a Fucecchio il 21 dicembre del 1927 laureata in Farmacia sposa Silvano Ciottoli anch’egli farmacista il 14 dicembre 1950, due figli: Giovanni Battista e Luigi. Giovanna con Silvano gestisce l’antica Farmacia di Vito Ciottoli a Marradi fino al 1marzo 1988 e rimasta vedova continua come titolare dell’antica e premiata farmacia fino al 27 maggio scorso giorno in cui è tornata alla “Casa del Padre”.
Giovanna è una donna intelligente e colta, bella, dai tratti gentili. Anche quando partecipa intensamente alla vita della sua comunità, alla quale non fa mai mancare il suo importante contributo, lo fa in punta di piedi con discrezione come quando accetta nell’ottobre del 1988 di rappresentare nel Consiglio dell’Asilo il Sindaco Rodolfo Ridolfi ed il Consiglio Comunale per continuare la straordinaria opera che a tale istituzione aveva dedicato il marito Silvano per 21 anni come Presidente. Nel 1992 è la prima Presidente del Comitato per il Gemellaggio Marradi-Castelnaudary, nel 1999 è fra le socie fondatrici della Sezione marradese della FIDAPA. Giovanna era attiva nella S.Vincenzo dè Paoli, nella Charitas, nell’Associazione per il Tempo Libero, nella Misericordia e nell’ AIDO di cui, come ricordano i figli, era socia da 40 anni. All’atto della sua morte Giovanna ha voluto concludere la sua vicenda terrena con un gesto di grande amore consentendo l’espianto del suo fegato. Tutti coloro che l’ hanno frequentata e apprezzata per la sua grande sensibilità la piangono e la ricordano nelle loro preghiere.